08 lug 2013

SILENZIO

photo by Pierperrone


Pio silenzio, vasto e immenso.
Cavaliere solitario, Tu sei dio.
Cavalchi i cieli infiniti e li domi,
indistinto sogno, col tuono tuo.

Avido silenzio, insaziata eco.
Cavalleria tonante. Ecco, son tuo.
Spogliàti gli angusti spazi, in me,
conquisti reni, vene e cuore. Vivo!

Silenzio antico, ininterrotta pace.
Marinaio infaticabile. Tu sei la via.
Punto l'orizzonte sul perpetuo mare
e vagheggio d'andar oltre la linea...

Silenzio, pace, eco e vasta luce.
Pianure sconosciute, vengo a voi...
E tu, splendente di miraggi, a me,
ti offri, libro di parole misteriose
e sconosciute...

2 commenti:

  1. E' dal silenzio che nascono i pensieri più veri, è lui il loro custode e con la sua voce tonante detta i pensieri che noi cerchiamo di esprimere con parole che siano altrettanto vere.
    Bella poesia, coinvolgenti i contrasti che hai usato quasi a conferma del contrasto più evidente: dal silenzio nasce la voce della nostra anima. E quanto vibra l'anima...quando le consentiamo di immergersi in quelle onde di pace...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Un abbraccio anche a te, Pat.
    Si, il silenzio è la voce dell'anima.
    Non è la prima volta che scrivo del silenzio. Ma è sempre come se lo fosse.
    Sai, io penso, a volte, che mi piacerebbe vivere così, nel silenzio, nella pausa fra due suoni, nell'intervallo fra la sistole e la diastole, nello spazio fra una nota e l'altra del pentagramma, fra due soffi in una tromba...
    Così, sospesi nell'incantesimo in cui tutto c'è eppure non c'è.
    Ma, in fondo, non è questo la nostra vita?
    Se paragoniamo il tempo nostro a quello dell'universo, non siamo altro che un intervallo infinitesimo della grande sinfonia del creato.
    E questo mi piace.
    Non so perchè.
    Dovrebbe incutere spavento, angoscia, paura.
    ... Ma forse è che io non soffro di claustrofobia. E neanche di vertigini.
    Sarà che sono così.

    Un abbraccio,
    Piero

    RispondiElimina

I commenti sono graditi